Film stretch bio per confezionamento automatico

Tari, equilibri di bilancio a rischio
23 Ottobre 2020
Rifiuti, la differenziata in Toscana è arrivata al 60,15%
23 Ottobre 2020
Mostra tutti gli articoli

Film stretch bio per confezionamento automatico

Polimerica

Film stretch bio per confezionamento automatico

Con Nature Fresh, il Gruppo Fabbri propone una soluzione integrata composta da avvolgitrice e film biodegradabile, premiata con un Oscar per l’Imballaggio.

Nature FreshAll’ultima edizione dei “Best Packaging 2020”, più noti come Oscar dell’imballaggio, Gruppo Fabbri è stato premiato nella categoria Tecnologia per Nature Fresh, un film estensibile a base di polimeri biodegradabili e compostabili Ecovio ed Ecoflex di BASF adatto per l’utilizzo su macchine confezionatrici automatiche ottimizzate a questo scopo.

Il progetto “film + avvolgitrice” presentato in concorso da Gruppo Fabbri prevede l’offerta di 4 avvolgitrici ad elevata produttività con funzionamento ibrido, in grado cioè di utilizzare sia film tradizionali, sia la nuova pellicola compostabile Nature Fresh lanciata sul mercato all’inizio di quest’anno. Le confezionatrici Automac NF, oltre a ottimizzare il ciclo macchina, consentono di abbinare Nature Fresh a etichette e vassoi altrettanto compostabili; sono inoltre compatibili con tutti i film stretch proposti da Gruppo Fabbri a base di PVC plastificato, polietilene o materiali biobased.

Per quanto concerne le proprietà del film, Nature Fresh combina buone qualità estetiche (trasparenza, anti-appannamento) ad una eccellente presentazione del prodotto: secondo il fornitore, può garantire prestazioni equivalenti alle pellicole in PVC plastificato con una migliore trasmissione del vapore acqueo rispetto ai cling film tradizionali. É inoltre certificato come idoneo alla compostabilità domestica e industriale.

Automac NF gruppo FabbriIl film viene prodotto nello stabilimento di Vignola, in provincia di Modena, con un nuovo impianto di estrusione, entrato in funzione a febbraio, con un investimento di oltre 3 milioni di euro. Viene attualmente utilizzato da Esselunga nell’ambito del progetto di eco-sostenibilità per il canale dei prodotti vegetali “bio” freschi e freschissimi a marchio proprio.

“Preservare l’ambiente, conservare gli alimenti ed evitare gli sprechi sono parte del DNA di Gruppo Fabbri – commenta l’AD del Gruppo, Stefano Mele –. Questi sono i fattori che quattro anni fa hanno portato all’ideazione del progetto Nature Fresh, che in seguito ha anche ottenuto il riconoscimento dell’Unione europea. Ma sono anche la promessa presente e futura che vogliamo mantenere nei confronti dei nostri clienti e di noi stessi: il riconoscimento di oggi indica che stiamo percorrendo la strada giusta, confermata anche dal numero rapidamente crescente di applicazioni per il confezionamento di prodotti freschi (frutta e verdura, carne e pesce) di clienti italiani ed esteri”.

Oltre ad applicazioni in avvolgimento stretch, Gruppo Fabbri propone anche un’offerta di macchine e pellicole per il confezionamento in modalità MAP e skin, ampliatasi ulteriormente grazie alla recente acquisizione di Caveco, costruttore di termosigillatrici e linee automatiche per il dosaggio e il confezionamento alimentare.

Da 70 anni sul mercato, Gruppo Fabbri progetta e realizza macchine, film e software per l’imballaggio di alimenti freschi e freschissimi. Opera con circa 500 dipendenti e dispone di 120 brevetti, con il 5% del fatturato annuale investito in ricerca e sviluppo. La struttura produttiva comprende 4 stabilimenti (3 in Italia e 1 in Svizzera), oltre a 9 società commerciali e di assistenza in Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Svizzera e Russia.

Chiamaci
Raggiungici