Multistrato barriera compostabile

Tari, piani e tariffe nel caos: delibere impossibili entro marzo
1 Marzo 2021
CAC ‘scontato’ per le bioplastiche
1 Marzo 2021
Mostra tutti gli articoli

Multistrato barriera compostabile

Polimerica

Multistrato barriera compostabile

Nurel e SP Group hanno presentato un nuovo film per alimenti con barriera all’ossigeno, trasparente e facile da lavorare.

film barriera compostabile Nurel SP Group
Nurel, produttore spagnolo di compound e biopolimeri (gruppo Samca), ha annunciato di aver messo a punto, in collaborazione con SP Group una nuova struttura multistrato per imballaggi flessibili compostabili, dotata di alta barriera all’ossigenosigillabilità e trasparenza.
Secondo l’azienda spagnola, questa struttura consente di conservare non solo alimenti a vita breve come pane o prodotti ortofruticoli, ma anche prodotti più complessi come il salmone, le spezie ed è in fase di test per il confezionamento di barrette energetiche, noci e sale.

Essendo interamente compostabile, a fine vita l’intero packaging può quindi essere conferito nella raccolta dell’umido, per essere riciclato negli impianti di compostaggio industriale; è stato infatti certificato OK Compost secondo lo standard EN 13432.

Basati su biopolimeri Inzea di Nurel Biopolymers e prodotti da SP Group, i nuovi film barriera possono essere lavorati con impianti convenzionali, possiedono un elevato contenuto biobased e sono idonei al contatto alimentare. “Soddisfano tutti i requisiti di qualità per il confezionamento di alimenti come il salmone affumicato, la lavorazione si è rivelata molto semplice e i risultati di permeabilità all’ossigeno sono eccellenti, paragonabili alle strutture ad alta barriera EVOH”, sostiene Maria de Guía Blanco, Project Engineer R&D presso SP Group.

Chiamaci
Raggiungici